Colonnata trekking lardo cave di marmo fuoristrada

Trekking fuoristrada cave di marmo lardo di colonnata

da mario e Caterina
home
Visite guidate in 4x4
I Trekking
Enogastronomia
il locale da mario e Katerina
Colonnata
Il lardo
La lizzatura tecniche per il trasporto del marmo di carrara
Gallery
Contatti
Links
E-mail

Il lardo

il lardo di collonnata


Il re delle cave

Il lardo di Colonnata è stimato e apprezzato in tutto il mondo divenendo negli anni uno dei simboli di Carrara e della provincia in generale.
Il lardo è legato indissolubilmente con l’altro simbolo di Carrara il Marmo. Infatti il lardo è stato per secoli la principale fonte di sostentamento dei cavatori che partendo la mattina presto per le cave mangiavano la pagnotta sapientemente riempita dalle mogli e madri.
Il lardo rimane quindi un alimento semplice e povero. Ricavato dallo strato adiposo della schiena del maiale, oltre che dei cavatori è stato considerato anche il mangiare degli anarchici per averli sfamanti dopo i moti del 1884.
Grazie a colonnata trekking, dopo l'escursioni in fuori strada o i trekking, potrete gustare il lardo di nostra produzione nel nostro locale da Mario e Caterina.
Le caratteristiche principali del lardo sono tre: i particolari ingredienti con cui viene stagionato, il microclima che si crea nelle famosissime conche di marmo e le peculiari condizioni atmosferiche delle grotte di Colonnata.
Il lardo, dopo un periodo di stagionatura che va dai sei ai dodici mesi si presenta di forma rettangolare, di consistenza omogenea e morbida e di colore bianco rosato con striature rosse (che ne accrescono il sapore). Il profumo è intenso di aromi e ha un delicato gusto tendente al dolce.

Tecniche di preparazione

Le tecniche di lavorazione si tramandano da padre in figlio con differenze spesso custodite gelosamente da parte di ogni famiglia.
Parte importante ha la poetica selezione della parte grassa che soltanto una lunga esperienza secolare permette di avere.
Una volta selezionata, la parte grassa viene sapientemente tagliata in pezzi regolari rettangolari maneggiata con sale marino e posta nelle conche divise con uno strato di sale marino e una ricca e segretissima miscela di erbe aromatiche e spezie.
Una volta riempite le conche queste vengono chiuse con una lastra di marmo e messe a stagionare nelle grotte di Colonnata per almeno sei mesi. Durante la stagionatura si controlla periodicamente che la salamoia sia “partita” cioè la stagionatura si iniziata.


i famosissimi crostini al lardo di colonnata serviti con miele ricotto o formaggi
crostini al lardo
per informazioni invia una mail a: info@colonnatatrekking.com